Dopo una visita a un piccolo circo–rettilario, mamma e papà hanno deciso di fargli fare una foto ricordo con in braccio uno dei boa constrictor appena ammirati nelle teche. Ma il serpente gli si è rivoltato contro e lo ha morsicato a un braccio, e così il piccolo è finito al pronto soccorso della Clinica De Marchi. L’incidente è avvenuto lunedì attorno alle 18.30, in un piccolo circo ambulante che in questi giorni staziona in via Martinengo, vicino a una scuola elementare. Il bimbo, che ha 5 anni e vive a Milano, stava facendo visita al rettilario insieme ai genitori e alla sorellina. Al termine del giro, come avevano già fatto anche altri bambini, il piccolo e la sorella si sono messi in coda per fare una foto ricordo con in braccio un boa constrictor lungo circa un metro e mezzo.

Mentre prendeva in mano l’animale, però, il bambino gli ha inavvertitamente schiacciato la coda e il serpente ha reagito mordendolo all’avambraccio sinistro. Il piccolo ha urlato e uno dei responsabili del circo è intervenuto immediatamente, allontanando l’animale, mentre i genitori del bambino hanno dato l’allarme al 118. Sul posto sono giunte una pattuglia della polizia locale e l’ambulanza dell’Intersos Marcallo, che ha poi accompagnato il bambino alla De Marchi. Le sue condizioni non sono gravi. Sull’episodio ora indaga la polizia locale. Questi animali, che vivono nelle foreste tropicali nell’America Centrale e in America del Sud, al contrario di altre specie di serpenti, non uccidono le loro prede avvelenandole con il morso, bensì stritolandole, avvolgendole nelle loro spire. Da qui il nome diboa constrictor.

Giovanna Maria Fagnani – milano.corriere.it