Torna a Bergamo la magia del circo di Nando Orfei, in una collocazione inedita: il parcheggio del Centro commerciale Auchan di via Carducci, in città. Si fermerà dal 10 al 19 maggio.

Questo spettacolo di «nouveau cirque», senza animali, mette insieme affascinanti atmosfere «vintage», dal sapore antico ed elegante con attrazioni, luci, musiche e costumi innovativi, che strizzano l’occhio al futuro. La regia è affidata ad Ambra Orfei, showgirl televisiva e figlia di Nando, che con la famiglia Anselmi, Gioia e Paride Orfei, con le loro imponenti strutture itineranti, ha realizzato questo show ora in tournée per tutta l’Europa. Gli artisti si spostano in carrozzoni d’epoca dall’atmosfera felliniana e si esibiscono in due grandi tendoni ammodernati in strutture e comfort. Lo spettacolo è stato organizzato in collaborazione con l’Ipermercato che lo ospita. Ogni giorno ci saranno due spettacoli, uno pomeridiano alle 17,30 e uno serale alle 21.

Orfei in Italia e non solo è un nome legato da sempre alla grande tradizione del circo: sicuramente c’è chi ricorda ancora, attorno al 1960, il Circo a tre piste Orfei di Nando, Liana e Rinaldo. Nel 1972 i tre Orfei hanno presentato un fastoso chapiteau a tre piste, il «Circo delle mille e una notte» e qualche anno dopo il Circorama. Nando soprattutto appare frequentemente in televisione e gira vari films (tra i quali «I Clowns» e «Amarcord» con Federico Fellini). Nel 1977 i fratelli si sono separati. Liana e Rinaldo hanno creato il Circorama 2000 e poi, rispettivamente, il Golden Circus e il Circo Rinaldo Orfei. 

Nando, con la moglie Anita Gambarutti, ha creato il Circo delle Amazzoni che in seguito è diventato il Circo Nando Orfei, recentemente La Pista dei Sogni, sino ad oggi con l’attuale produzione: «Il Magico Circo di Nando Orfei» con i tre figli Paride, Ambra, Gioia e la moglie Anita, a cui prendono parte straordinari artisti provenienti dal Festival Internazionale del Circo di Montecarlo e dal Cirque du Soleil, ricreando quindi uno spettacolo che in qualche modo sia una ricerca delle proprie origini e allo stesso tempo un omaggio al loro amico Federico Fellini.

Il programma: nella prima parte dopo la classica introduzione e parata si esibiscono «Los Gitanos», gli acrobati sui monocicli, Lenny Alvarez, giocoliere ballerino, e Christian Orfei, acrobata alle cinghie aeree. Poi Gianni & Ruben, clown e cane clochard. Il corpo di ballo mette in scena una spettacolare parata «Venezia, je suis belle». Elvio & Samantha Anselmi si esibiscono in numeri di equilibrio sul filo. E ancora tanti numeri di acrobazia: sui rulli oscillanti, sui tessuti aerei. Ci sono anche Miss Nieves, ballerina con gli hula hoop e Miss Gledis Medini con i pappagalli in libertà. Nella seconda parte numeri ad alta tensione come quello di Samantha Carroli, equilibrista con spade epugnali e Yuri & Veronica Caveagna, con coltelli e balestre su corpo umano. Si sorride con Clown Gianni e la sua «suonata di tromba dal vivo», con Les Carolì, equilibristi e giocolieri comici, Gianni & Bubi, serpentino comico e l’orchestra comica e altro ancora. E ancora non possono mancare esibizioni bizzarre come quella di Jennifer Barlay «antipodista» e di Miss Belinda, sostenuta aerea con sola forza dei capelli. Presenta Diego Bresciani.