In piazza Indipendenza è già stato montato il tendone di un circo, che ha ottenuto l’apposito permesso dall’amministrazione. Il sindaco precisa: “Non ci sono animali per l’intrattenimento, solo un rettilario detenuto regolarmente”. Il comune di Pian di Scò è uno dei pochi, in Valdarno, ad avere un regolamento comunale sulla tutela degli animali
È già stato montato, in questi giorni, il tendone del circo in piazza Indipendenza a Pian di Scò. Dopo le polemiche che seguirono l’arrivo del circo a San Giovanni, la presenza di quel tendone in centro aveva già sollevato qualche dubbio e curiosità. Ma dal comune arriva la rassicurazione: non ci saranno animali, fatta eccezione per un rettilario.

“Si tratta di un circo che non utilizza animali per i numeri di intrattenimento – spiega il sindaco, Nazareno Betti – abbiamo già verificato che il circo ha soltanto un rettilario, regolarmente detenuto secondo le norme, nel quale si possono osservare alcune specie di serpenti. Per il resto, nessun animale è coinvolto nelle attività di intrattenimento”. Il circo ha ottenuto regolare permesso di stazionare temporaneamente sull’area pubblica di piazza Indipendenza.

Il comune di Pian di Scò è uno dei pochi, in Valdarno, ad aver approvato e adottato un regolamento per la tutela degli animali, che oltre a condannare “ogni manifestazione di maltrattamento verso gli animali”, detta anche regole precise in merito alla detenzione di animali e definisce con precisione tutti quegli atti che possono essere considerati “maltrattamento di animali”: si prevedono sanzioni che, in base ai vari casi, arrivano fino a 500 euro.