Dopo il grande successo dello scorso anno torna a Cosenza, nell’area commerciale di Zumpano, “Paranormal Circus – Le segrete del Castello”.

COSENZA – Il terrore e il divertimento, il circo e l’arte, l’orrore e la suggestione: torna “Paranormal Circus” con lo spettacolo “Le segrete del Castello”, secondo capitolo dello “Spettacolo degli Orrori” record di incassi, che in poco più di un anno, ha ‘terrorizzato’ migliaia di spettatori in Italia e all’estero. Un vero e proprio circo-show di acrobati, attori e ballerini impreziosito da effetti speciali e scherzi al cardiopalma che vi coinvolgeranno lasciandovi un mix di ricordi tra il terrore e le grandi risate. Dal produttore di Phenomena Circus con la regia di Ottavio Belli… la paura non è mai stata così divertente.

Ed ecco l’invito a ‘lasciarsi terrorizzare’ ancora una volta, dall’horror-circus che “se fatto bene, raggiunge moltissime persone – ha spiegato il produttore Tayler Martini – che con difficoltà vanno a vedere il circo tradizionale. Noi siamo una famiglia in cui ci sono molti addestratori di animali e non rinneghiamo la nostra storia ma abbiamo scelto fare circo senza animali”.

Il Paranormal Circus ha avuto, in poco più di un anno di vita, un crescendo di presenze e di consensi in una fascia di età che va dai 14 ai 35 anni. Il cast dello spettacolo “Le segrete del castello” è composto da circa 25 artisti fra acrobati, ballerini, cabarettisti, maghi e fachiri. Molti provengono dall’Italia ma alcuni dall’estero: Senegal, Francia e Spagna. In totale, fra operai, tecnici e direzione, l’horror-circus dei fratelli Martini dà lavoro a 45 persone.

Il Paranormal Circus resterà nell’area commerciale di Zumpano, in Via Beato Francesco Marino, dal 7 al 18 settembre per regalare ancora una volta incubo e divertimento perchè “Paranormal Circus” non è uno show come tutti gli altri. Lo spettatore diventa il protagonista di un viaggio nel profondo oscuro dell’animo umano. Il cuore dello spettacolo è una sorta di mutazione genetica del circo tra acrobazie, clown, gli equilibristi che si fondono alle suggestioni del teatro, per affascinare, stupire, spaventare e tenere gli spettatori con il fiato sospeso.