A Torino arriva il circo e sui social esplode la protesta. Si accendono stasera i riflettori sul nuovo spettacolo di Darix Togni: una produzione da kolossal, approdata in città lunedì per allestire il tendone da duemila posti per 40 metri di diametro e il suo grande zoo nel parco della Pellerina. Sino all’Immacolata, poi dal 18 dicembre all’11 gennaio, sono previste 90 repliche di un grande spettacolo che unisce la magia del circo classico, quello con gli animali, al contemporaneo, fatto di acrobazie e illusioni. 

Kolossal Togni  

«E’ una grande produzione internazionale che nasce dalla grande storia della famiglia Togni: coinvolge 120 persone e per la prima volta approda in Italia con un doppio spettacolo che accompagnerà Torino per tutte le feste. Dal 9 al 17 dicembre allestiremo un nuovo show abbinato alle attrazioni acquatiche che oggi sono in tournée in Marocco», svela il direttore artistico Larry Rossante. In scena spettacolari performance acrobatiche ma soprattutto più di 100 animali, anche rari, come il leone bianco e la tigre rosa. Il debutto è previsto questa sera alle 21,15, poi si replicherà lunedì, giovedì, venerdì e sabato alle 17 e 21,15, nei festivi alle 15,30 e 18: biglietti da 15 a 40 euro, su prenotazione al 389/04.78.705. 

La protesta  

Intanto sui social è partita la campagna del Fronte Animalista, che si ritroverà stasera dalle 20,15 alle 20,45 e domenica dalle 16,30 alle 18,30 alla Pellerina per protestare contro la produzione ma soprattutto per portar via pubblico allo spettacolo Togni. «Saremo davanti ad un carcere a gridare tutto il nostro sdegno e informare il pubblico con cartelloni e immagini su quella che è la crudele realtà dell’addestramento», dice Elisabetta, attivista torinese del Fronte Animalista. «Nel circo gli animali sono tenuti a catena, in gabbia, costretti a eseguire gli ordini dei loro addestratori per paura di venire picchiati e tenuti senza cibo. I lustrini e le luci sono una facciata che permette a questi sfruttatori di lucrare sulla loro vita». «Per noi le proteste sono routine», spiega Larry Rossante: «Speriamo che non disturbino il pubblico, che potrà vedere quanto gli animali siano in salute e trattati bene». Lo zoo del circo Togni occupa tre quarti del piazzale della Pellerina e il sabato e la domenica, dalle 10 alle 13, «lo apriremo per le visite: non abbiamo niente da nascondere».