Un grande tendone da circo completamente nero, un cimitero gotico con tombe animate e personaggi terrificanti che fa da anticamera al palco, uno spettacolo dell'orrore durante il quale ci si deve guardare continuamente le spalle  per appurare che nè zombie, nè mostri ci stiamo cogliendo impreparati e ci strappino un urlo di spavento. Questo a grandi linee è lo show "Circus of Horrors" che per tutta la settimana di Halloween è a Bologna (a San Lazzaro, in zona Cicogna) con due ore di spettacolo.

The Circus of Horrors è ad oggi il più famoso spettacolo dell’orrore e arriva in Italia dopo anni di grande successo in Inghilterra, dove attualmente va in scena anche in teatro. Lo show è nato dalla mente di Doctor John Haze ben 20 anni fa, ed è diventato uno spettacolo record di incassi, i cui ingredienti principali sono le grandi citazioni cinematografiche legate al genere horror (Nosferatu, l'Esorcista, le musiche di Profondo Rosso di Dario Argento e personaggi animati come la Sposa Cadavere), la musica Rock (poteva mancare un ballo di mostri sulla musica di Thriller di M. Jackson?) e, naturalmente, le arti circensi: acrobazie, lo spettacolo del ventriloquo e del mangiafuoco, il coinvolgimento del pubblico, i nani, l'uomo di gomma. Tanti anche gli ammiccamenti e qualche doppio senso "sexy" mentre non mancano neppure le avvenenti donne che a tratti, con quel look decadente e succinto abbinato a un atteggiamento provocatorio, arrivano a ricordare vagamente il The Rocky Horror Picture Show.

"Si ride e ci si diverte per buona parte dello show  – spiegano i Fratelli Bellucci, che hanno portato in Italia il Circus of Horrors – gli artisti arrivano un po' da tutto il mondo, ma lo spettacolo è in lingua italiana, così come si adatta ogni volta che si cambia nazione. Per i prossimi giorni, avvicinandosi alla festa di Halloween, abbiamo un sacco di richieste e contiamo di divertire e terrorizzare Bologna".“