Come abbiamo già anticipato, il Comune di Vicenza risponde con un comunicato ufficiale alle accuse degli organizzatori dello spettacolo "Magnifico Acquatico" in merito all’esordio previsto a Vicenza per domani 3 ottobre. Secondo l'amministrazione comunale il permesso allo spettacolo è stato negato perché manca la documentazione necessaria. Di seguito le parole dell'assessore alla semplificazione e innovazione Filippo Zanetti e la ricostruzione dell'accaduto fornita dal settore Attività produttive e commercio.

“Gli spettacoli viaggianti a Vicenza sono i benvenuti, tanto più se non usano gli animali nelle esibizioni, ma le regole che garantiscono la sicurezza di spettatori e artisti vanno rispettate e salvaguardate. Malgrado le nostre sollecitazioni, gli organizzatori di 'Magnifico Acquatico' non hanno provveduto a presentare nei modi corretti la documentazione indispensabile ad autorizzare uno show per più di 200 spettatori. Questo è il motivo per il quale gli uffici hanno dovuto respingere la loro richiesta, giunta peraltro a ridosso della data di un evento che gli organizzatori hanno pubblicizzato e venduto senza avere nessuna autorizzazione in mano. Sono dispiaciuto per il lutto che ha colpito la compagnia artistica, ma ritengo scorretto che il tour manager strumentalizzi tale tragedia per invocare il rilascio del permesso comunale”. 

L'assessore alla semplificazione e innovazione Filippo Zanetti risponde così al comunicato nel quale “Magnifico Acquatico” accusa il Comune di Vicenza di “ostilità” nei suoi confronti in un periodo difficile per i membri dello show e annunciando di voler comunque far tappa in città la prossima settimana.
Questa la ricostruzione degli eventi fornita dal settore Attività produttive e commercio: a luglio gli organizzatori dello spettacolo hanno contattato telefonicamente gli uffici per avere informazioni in merito alle procedure da seguire. Gli è stato risposto che il regolamento comunale riserva un periodo autunnale (1 ottobre – 30 novembre) e un periodo primaverile (1 febbraio – 31 marzo) agli spettacoli circensi, da prenotare con congruo anticipo, previa presentazione di adeguata documentazione al portale dello Sportello unico per le attività produttive. Poiché, tuttavia, i referenti dell'iniziativa hanno dichiarato di non essere un “circo”, ma uno spettacolo di arte varia, gli è stato indicato di fare domanda per un periodo dell'anno differente, sempre attraverso il portale Suap (www.impresainungiorno.gov.it).
Soltanto in data 19 settembre la ditta G.D. Entertainement s.r.l. di Legnago, referente di “Magnifico Acquatico”, ha presentato attraverso il portale Suap una domanda di rilascio di licenza temporanea per spettacoli o trattenimenti con capienza superiore a 200 persone, quindi soggetta al parere della commissione comunale dei pubblici spettacoli, per un evento da organizzare al Foro Boario all'inizio di ottobre.
Quella richiesta è stata respinta perché priva della documentazione tecnica necessaria e perché riferita a un periodo destinato ai circhi, peraltro già opzionato ad uno spettacolo di Moira Orfei.
Il 29 settembre, non attraverso il portale ma questa volta direttamente alla portineria di palazzo uffici, gli organizzatori hanno lasciato due faldoni contenenti altre certificazioni. Di qui il nuovo diniego degli uffici e la raccomandazione scritta di presentare eventuale domanda online completa di tutti i documenti richiesti dal portale e in tempo utile per attivare l’istruttoria e l’eventuale convocazione della commissione comunale dei pubblici spettacoli.