La rivoluzione del naso rosso, Leo Bassi ce l’ha nel sangue. E ora la conosce pure Papa Francesco, che ne ha indossato uno a novembre durante l’udienza generale a San Pietro. 

In abito talare

«Complimenti a Papa Francesco per il suo coraggioso gesto impertinente: travestirsi da pagliaccio. Quando io, pagliaccio, mi travestii da Papa al teatro Alfil di Madrid mi misero una bomba… Questa immagine così innocente del Papa con un naso da clown sta causando enormi tensioni nel nazional-cattolicesimo spagnolo». A sostenerlo è il performer americano Leo Bassi, regista e direttore artistico de «Il Circo 99%», lo spettacolo degli studenti di Cirko Vertigo che debutta questa sera a Le Serre di Grugliasco per il festival internazionale «Sul filo del circo». 

In scena, alle 21,30 sotto lo chapiteau di via Lanza 31, ci sarà pure lui, vestito da clown bianco e da Papa. «Creare uno spettacolo di circo non è solo realizzare un prodotto commerciale da vendere al pubblico, ma è prima di tutto il compimento di un atto rivoluzionario, la realizzazione di un sogno, di un’utopia. Quando mio nonno ha scelto la vita del circo, lo ha fatto perché allora si trattava di un mondo in cui regnava la fantasia, l’immaginazione, la capacità di spiazzare e provocare, per andare contro le convenzioni e scardinare la tradizione. Questo perché la società da sempre è composta da una minoranza di persone, potremmo dire un uno per cento, che gestisce il potere e da una maggioranza, il restante novantanove, che lo subisce passivamente. Noi vogliamo che il circo combatta quella minoranza per esercitare, attraverso le armi delle tecniche acrobatiche, il proprio potere politico. Nei giovani di Cirko Vertigo vedo quel sogno di cambiamento che sentivo io da giovane. E se riusciremo a trasmettere al pubblico queste intenzioni, avremo raggiunto la missione». 

Nouveau cirque

Il «Circo 99%» è portato in scena per la prima volta dagli allievi del secondo anno del corso di formazione professionale per artista di circo contemporaneo, gestito da Forcoop in collaborazione con la scuola di Cirko Vertigo diretta da Paolo Stratta, in tirocinio per la Cooperativa Animazione Valdocco. Tredici artisti internazionali, provenienti da Italia, Brasile, Spagna, Colombia e Argentina, daranno così dimostrazione delle principali discipline del circo contemporaneo acquisite: evoluzioni aeree ai tessuti, mano a mano, equilibrismo, manipolazione di oggetti, evoluzioni al palo cinese e alla ruota Cyr, giocoleria acrobatica e persino spettacolari, quanto traballanti, piramidi di sedie. E non mancheranno sorprese d’impronta ecumenica, in puro stile Leo Bassi. L’ingresso costa 10 euro, 6 euro il ridotto: la biglietteria di via Tiziano Lanza 31 apre alle 19,30. 

Teatro Le Serre  

Grugliasco, via Tiziano Lanza 31  

Tel. 327/74.23.350