“Sognavo di diventare una star, ora il mio sogno è ricominciare a camminare”. Julissa Segrera, 20 anni, è una delle otto acrobate rimaste ferite durante un’esibizione su una struttura sospesa a dieci metri dal suolo al circo Barnum & Bailey a Providence, nel Rhode Island, lo scorso 4 maggio. A distanza di un mese, Julissa è su una sedia a rotelle e parla in conferenza stampa per raccontare l’incubo di quella caduta, un trauma che la perseguita. Insieme a lei ci sono Viktoriya Medeiros (34 anni, bulgara), Dayana Costa (26 anni, Brasile) e i loro avvocati. Davanti ai giornalisti, in lacrime, comunicano la decisione di citare in giudizio i responsabili del circo.