Comunicato stampa
Vis Circencis
Omnia Vincit
personale di Cristian Iotti
Signore e Signori è arrivato lo spettacolo più bello e antico del mondo, Il Circo.
Tutti i giorni a Casa Sponge fino al 13 Gennaio.
Venite a trascorrere le feste con noi tra clown, acrobati e udite udite l ‘uomo più forte del
mondo!!!

Titolo: Vis Circencis Omnia Vincit
Artista: Cristian Iotti
A cura di: Corrado, Davio e Livio Togni
Intervento critico: Jack Fisher
Racconto: Roberto Marzucchi
Luogo: Sponge Living Space (Casa Sponge)
Coordinamento e comunicazione: Sponge ArteContemporanea
Collaborazione: circo Darix Togni e Macula ( centro internazionale di fotografia)
Inaugurazione: sabato 8 dicembre ore 18.00
Periodo: 8 dicembre – 13 gennaio 2013
Orario: su appuntamento
Info: +39 339 4918011, +39 339 6218128,

pressoffice@spongeartecontemporanea.net, www.spongeartecontemporanea.net
Prosegue la quinta stagione espositiva dello Sponge Living Space (Casa Sponge) di
Pergola (PU) che, dopo la personali di Simone Ferrarini e di Stefano Scheda, propone da
sabato 8 dicembre tre eventi in sincrono: l’installazione site specific di Emiliano Zucchini a
cura di Stefano Verri nell’ambiente esterno; Christmas Tree d’artista quarta edizione, con
l’intervento individuale di Rita Soccio, a cura di Milena Becci; la personale di Cristian Iotti
a cura di Corrado – Davio e Livio Togni con l’intervento critico di Jack Fisher.
Vis Circencis Omnia Vincit è il titolo della personale di Cristian Iotti. Questo slogan
compare nello scatto fotografico di chiusura del percorso espositivo ed è il tatuaggio di
Davio Togni.Lla forza del circo vince tutto ci dice, e Cristian sceglie questa come immagine.

Simbolo del suo solo show, a testimonianza del forte legame che si è instaurato con il circo
e in particolare con il domatore e clown Davio.
La serie degli scatti fotografici dedicati al circo Togni di Cristian Iotti riesce a far emergere
ciò che è il circo. Attraverso la visione delle immagini non si possono non sentirne i rumori
e gli odori. L’opera di Iotti si impone in questa eterogenea stagione e si palesa negli spazi
di Casa Sponge nel periodo delle festività natalizie, quando il circo si attenda nelle grandi
città con l’intento di portare sorrisi, divertimento e allegria. Finalmente, dopo cinque anni,
anche Casa Sponge ha il suo Circo. Non un circo qualunque ma quello storico, quello
vero, il circo dei fratelli Togni.

“La Libertà è una forma di disciplina” titola questa stagione sponge e quale testimonianza
migliore può rappresentarla meglio del mondo del circo? Dove la libertà è insita nell’esser
girovaghi, nomadi, cittadini del mondo, e la disciplina risiede nella meravigliosa arte
circense.
…E’ mattina presto – scrive Roberto Marzucchi nel racconto Vis circensis omnia vincit – e
tutto è tranquillo al circo. La nebbia e l’umidità della città smorzano i vivi colori delle
carovane del circo e delle roulotte. Tutto tace, non c’è nessuno in giro. La poca luce a
stento riesce a illuminare il tendone principale. All’entrata del circo, sopra alla grande porta
ci sono raffigurazioni vetuste dei tempi che furono al circo: animali, saltimbanchi,
giocolieri. Al centro troneggia una scritta, fra i bassorillievi di Ercole e Aristide Togni: “Vis
circensis omnia vincit”. Ovvero, la “la forza del circo vince tutto”. Penso ad una possibile
citazione da Plauto. Entro, sento dei rumori provenienti dalla pista. Sul suo cavallo bianco
“Excalibur” che sbuffa e fuma a causa del sudore e dell’umidità trovo Davio Togni,
impegnato in un allenamento.

“Non è il sudore” dice Davio, “è lo spirito del cavallo che
sale verso il cielo!”. Davio parla ad Excalibur come ad un essere umano mentre il suo
assistente da al cavallo uno zuccherino. Davio riprende, provando insieme al cavallo un
difficile numero dello spettacolo, dove insieme devono trottare a tempo di musica. Poi un
po’ di andature, sempre avvolti da questa luce tenue e da questa atmosfera quasi
surreale. Un perfetto binomio quello tra Davio e il suo animale, che si concretizza in
movimenti armoniosi ma potenti e decisi, senza esitazione. Davio scende da cavallo e,
dopo averlo salutato con una carezza quasi paterna, impartisce al suo assistente ordini
precisi per la toeletta e la mise del cavallo per lo spettacolo del pomeriggio…

Cristian Iotti nato a Reggio Emilia nel 1976 vive a San Martino in Rio (RE).
Inizia il suo percorso fotografico nel 2001, ha lavorato per aziende di moda e di eventi del
calibro di: Marina Rinaldi, Persona, Marella, Max &Co, Manifatture del Nord, Barley Arts,
Telecom ed MTV. Nel 2005 partecipa alla Mostra fotografica presso l’area ospitality al
concerto di Luciano Ligabue al Campovolo di Reggio Emilia per Barley Arts e 2 immagini
saranno pubblicate sul libro “Vivere a orecchio” Ligabue si Racconta di Riccardo
Bertoncelli. Dopo 11 anni di di ricerca fotografica nascosta per la prima volta a Casa
Sponge la mostra al pubblico.
La mostra, in collaborazione con il circo Darix Togni ed il centro internazionale di
fotografia Macula è accompagnata da un racconto di Roberto Marzucchi e sarà visitabile
su appuntamento fino al 13 gennaio 2013. Per ulteriori informazioni contattare il numero:
+39 339 4918011, o consultare il sito www.spongeartecontemporanea.net