CONEGLIANO – Arriveranno da tutta Italia. Un tappeto di fiori e un accompagnamento musicale per l’ultimo saluto aSolidea Marzari, 83 anni, una delle ultime circensi della grande famiglia Zorzan. L’ex ballerina e giocoliera del circo, che da alcuni anni abitava nella città del Cima, è mancata giovedì mattina all’ospedale di Conegliano, dove da un paio di giorni era ricoverata dopo che le sue condizioni di salute si erano improvvisamente aggravate.

«Mia mamma – spiega il figlio Davide Tomasi – apparteneva alla grande famiglia del circo, quello delle famiglie Zorzan e Zamperla, che dal Veneto hanno girato tutta l’Italia con i loro spettacoli. Era figlia del grande comico e musicista Baccalà». Il funerale di Solidea sarà celebrato mercoledì 8 gennaio alle 10,30 nella chiesa di San Martino, quindi la salma sarà tumulata nel cimitero di San Giuseppe dove il feretro, per volontà della famiglia nella tradizione circense, sarà trasportato a spalla da parenti ed amici. Nella cappella della chiesa, martedì, alle 17,30 sarà recitato il rosario. Oltre a Davide, lascia i figli Luca e Romina e i numerosi nipoti.

«È stata una donna che ha fatto tanti sacrifici per la sua famiglia, una persona amata per la sua onestà e schiettezza, virtù che l’hanno sempre contraddistinta» sottolinea il figlio Davide. Nata a Modena nel luglio del 1930, la vita di Solidea è stata sempre in viaggio, prima con il circo di famiglia, poi con l’attività degli spettacoli viaggianti condivisa con il marito, scomparso cinque anni fa, e ora portata avanti dai figli. Fin da piccola solcò l’arena del circo, accompagnando il padre nei suoi spettacoli comici, poi come solista ballerina e giocoliera. Una passione che la spingeva, in tempi di guerra, anche a percorrere in bici 50 chilometri pur di recuperare i costumi di scena. Negli anni ’60 abbandonò il circo per dedicarsi agli spettacoli viaggianti. Sue erano le giostre degli aerei e del tiro a segno che hanno fatto tappa nelle piazze del Veneto.

di Claudia Borsoi – ilgazzettino.it