BRINDISI – E visto che il sindaco di personale iniziativa ha fatto affiggere un manifesto a sua firma in cui si fa sapere che i circhi con animali non sono i benvenuti a Brindisi, qualcun altro sempre di propria iniziativa, ha ritenuto parimenti invece di esprimere il proprio pensiero e il proprio sentire in proposito. Ed ecco che oggi sono apparsi sui tabelloni in vari punti della città, con lo stesso carattere e lo stesso colore su fondo bianco, altri manifesti con un sintetico, contrapposto messaggio: “Tutti al circo. Benvenuti a Brindisi”.

L’autore è il cittadino Enzo Albano, ex consigliere comunale del Partito democratico, lo stesso partito del sindaco Consales, ma con una diversa opinione sui circhi e sull’applicazione delle norme a proposito di maltrattamenti agli animali. Ma anche sull’opportunità che il Comune continui davanti ai giudici amministrativi una battaglia che ha ben poche possibilità di essere vinta, data l’ovvia prevalenza delle leggi dello Stato sulle ordinanze sindacali.

Ovviamente Enzo Albano ha provveduto a proprie spese alla produzione e all’affissione dei manifesti, pagando persino i diritti di urgenza, senza sconto alcuno. Ma ha già al suo attivo varie telefonate di sostegno e di approvazione. Intanto domani, come da programma, il circo “Darix presenta Orfei” aprirà il tendone a tutti coloro ai quali il circo piace ancora, con gli animali. Malgrado il boicottaggio anche murale: manifesti strappati o segnati con la vernice. (Fotoservizio Gianni Di Campi)