Grande successo di pubblico per i Los Excentricos nella serata di apertura del Funambolika 2013. Tanti bambini incantati dal trio spagnolo divenuti un’icona culturale spagnola.

Los Excentricos è una delle compagnie storiche del nuovo circo e del clown moderno: clowns, giocolieri, musicisti, in oltre 20 anni si sono affermati in Europa, Usa, Cina e Giappone. Sono appena tornati da Seattle (Usa), dove sono stati le star del celebre teatro Zinzanni. Artisti fuori dall’ordinario, sono innovativi, poetici, surreali, dando una nuova prospettiva all’arte del clown attraverso una sottile miscela di classicismo e modernità.

Rococò Bananas è una creazione artistica di comicità, musica e giocoleria, che in forma contemporanea rivisita la grande tradizione degli schiaffi, del ritmo folle in cui bizzarri oggetti, cadute, colpi e piatti rotti si susseguono ad un ritmo sfrenato. Creata per il Teatro Nazionale della Catalogna, questa coproduzione internazionale ha trionfato per due edizioni al Festival di Avignone.

La compagnia Los Excentricos è nata nel 1996 dall’unione del duo “Marceline i Sylvestre” (Barcellona 1983) e Zaza “Circo Bidone” (Francia 1975).

Sono stati gli attori per 7 anni dello spettacolo “Amore, Caos e cena” del ZinZanni Theatre (USA), hanno creato sketch speciali per il Festival delle Arti delle Olimpiadi Culturali di Barcellona, sono stati registi e attori di “Cabaret” al Circo Teatro Price di Madrid.

Le loro creazioni nel corso degli ultimi 27 anni – “Miscel·lànies”, “La Balsa”, “Rapsodia in Clown”, “Musica Maestro!” e il loro spettacolo attuale Rococo Bananas – hanno fatto il giro del mondo. Musicisti e giocolieri, formano un trio atipico che rinnova la faccia del clown attraverso una sottile miscela di classicismo e modernità attorno a un’unico desiderio: la risata.

Intanto questa sera alle 21.15, Funambolika prosegue la sua settima edizione con il recital di uno dei personaggi più significativi della scena italiana, affermato in tutto il mondo: Bustric festeggia con un recital speciale per Funambolika i suoi 40 anni di magia e poesia presso l’arena del Porto Turistico di Pescara. Lo spettacolo ripercorre in maniera originale ed esclusiva per il festival pescarese una carriera ricca di successi. L’artista inoltre terrà un incontro aperto al pubblico, mercoledi 3 luglio alle ore 11, presso lo Spazio Matta, in via Gran Sasso a Pescara.

Illusionista, mimo, fantasista, attore, ammirato in “La Vita è Bella” di Benigni o al fianco di Woody Allen. Uno dei più geniali e versatili protagonisti della scena italiana, Sergio Bini in arte Bustric ha accettato di festeggiare a Funambolika i suoi 40 anni di una carriera lungo la quale, per primo in Italia, ha esplorato le nuove strade del clown e del circo. La serata speciale sarà un’antologia del suo surreale repertorio di profonda intensità poetica, ricco di invenzioni magiche, risate e sorprese.

“Bustric, giocando con tanti, diversi elementi di abilità porta il pubblico nel mondo dell’immaginario e dell’assurdo. È poeta della meraviglia in scena… uno straordinario uomo di spettacolo, capace di passare con disinvoltura fra i generi…” (Ugo Volli, La Repubblica).

Sergio Bini, in arte Bustric, è autore, regista, attore. Laureato alla facoltà di lettere e filosofia dell’Università di Bologna. Frequenta a Parigi la scuola di circo di Annie Fratellini e Pierre Etaix e quella di pantomima di Etienne Decroux ed a Roma la scuola di Roy Bosier. Poi un periodo di studi con John Strasberg dell’”Actors Studio”. Crea la compagnia teatrale “La compagnia Bustric” con la quale scrive e interpreta spettacoli che mette in scena usando varie tecniche: dal gioco di prestigio, alla pantomima, al canto e alla recitazione, in un ritmo narrativo che riempie le sue storie di sorprese, di cose buffe e inattese. Con i suoi spettacoli è stato in gran parte dei paesi Europei ed anche in Somalia, Cile, Uruguay, Brasile, Argentina, America del Nord, recitando in italiano, inglese e francese. Lavora nel cinema, dove ha preso parte tanto a film da Oscar come “La vita è Bella” (per la quale Bustric è candidato al David di Donatello come Miglior Attore non protagonista) di Roberto Benigni, quanto a film nascosti come “Quartiere” di Silvano Agosti. Alla televisione recita in vari sceneggiati, ed è stato varie volte ospite di trasmissioni e talk show.

Tra i suoi spettacoli si ricordano per originalità e intelligenza “La meravigliosa arte dell’inganno” , “Atterraggio di fortuna”, “Napoleone Magico Imperatore”, “Nuvolo“, così come molti spettacoli musicali, dal suo personalissimo “Pierino e il lupo” di Prokofiev, a “Varieté“ di M. Kagel, dal “Pinocchio“, a “La meravigliosa storia del circo in musica“ in cui ha collaborato con direttori d’orchestra come Marcello Bufalini e Sandro.Gorli, ospite della Orchestra Regionale Toscana, della Orchestra Verdi di Milano, dell’ Accademia di S. Cecilia. Ha firmato la regia di un “Don Giovanni” di Mozart (Colombia) ed è Ambrogio nel Barbiere di Siviglia all’Arena di Verona.
È autore, oltre che dei testi dei propri spettacoli, anche della commedia “Ghiaccio in Paradiso”.  2013.

Il Festival Funambolika si concluderà mercoledì 3 Luglio, al Teatro D’Annunzio, con l’atteso Gran Gala du Cirque.